Ma non è più comodo andare a Brindisi in auto? Ma se durante il cammino incontri un temporale, come fai a ripararti? E se ti venisse un’influenza, come fai a curarti? E se ti venisse un malore, come fai a chiedere aiuto?

Queste sono alcune delle domande che mi sono state poste…quando ho reso noto ad amici e conoscenti, la mia intenzione di percorrere da solo e a piedi, i 1.750 chilometri che separano il Colle del San Bernardo da Brindisi, camminando sulla Via Francigena.

Altre domande invece si sono concentrate sul perché mi ero posto un obiettivo come questo [bottone di rimando alla bio-mission-vision], quanto tempo ci avrei impiegato, come mi sarei alimentato, che tipo di allenamento avrei dovuto sostenere per poter percorrere così tanti chilometri e altre, sino ad arrivare alla fatidica domanda: “ma chi te lo fa fare?”

Quando poi hanno saputo che sarei andato da solo, oltre a mettermi in guardia da tutti i pericoli a cui sarei potuto andare incontro, alcuni anche esilaranti, in tanti mi hanno chiesto se potevano venire a farmi compagnia, camminando al mio fianco per alcune tappe. Dato che l’idea di condividere alcune frazioni del cammino con gli amici o con te che stai curiosando sul mio blog, mi sembra molto coinvolgente, ho deciso di organizzare alcuni tratti da fare in compagnia. Sceglierò i cammini più belli e suggestivi così da permettere, a chi vorrà venire, di passare uno, due o più giorni nell’ambiente che più gradisce. Inoltre potrò dare un aiuto per l’organizzazione dell’arrivo e della partenza, indicando i posti migliori dove soggiornare, che siano ostelli, b&b o altro. A chi vorrà unirsi a me, metterò a disposizione tutte le informazioni circa la lunghezza e la difficoltà del tracciato e di cosa si potrà trovare lungo la strada, sia sotto un aspetto naturistico che artistico o spirituale.

Vi aspetto e attendo le vostre scelte sui tratti che maggiormente amate, lungo questa meravigliosa Italia, attraversata dalla stupenda Via Francigena.

Commenti Facebook